LE TERAPIE

La consultazione psicologica
consulenze psicologiche

La decisione di rivolgersi a uno psicoterapeuta è quasi sempre vissuta in modo sofferto poiché, all’angoscia causata dalla difficoltà che si sta vivendo, si aggiunge la paura di essere deboli o addirittura pazzi.

C'è inoltre l’ansia legata all’incontro con uno sconosciuto, il timore del giudizio e di essere incasellati in qualche categoria patologica o ingabbiati in un rapporto di dipendenza del quale sarà poi impossibile fare a meno.

Per questo motivo la Dott.ssa Chiara Senaldi si impegna innanzitutto per creare un tempo e un spazio che permetta al paziente di far emergere il problema.
Questo tempo e questo spazio è quello della consultazione: lo scopo è dare ascolto e analizzare tutte le sfaccettature del disagio psicologico del paziente e definire un intervento adeguato a ripristinare lo stato di benessere.
La consultazione serve anche a psicoterapeuta e paziente per comprendere se è possibile valutare un lavoro utile insieme. Ha una durata solitamente di 3 o 4 incontri e certi alcuni casi può anche essere risolutivo. Più spesso è però il preludio a un lavoro futuro.

La psicoterapia
disturbi alimentari

La psicoterapia, e nello specifico la psicoterapia psicoanalitica, è definita da Renik nel suo libro Psicoanalisi pratica per terapeuti e pazienti: “un trattamento finalizzato ad aiutare il paziente a essere meno sofferente e più soddisfatto della sua quotidianità grazie ad una migliore comprensione del proprio funzionamento mentale”.
Si tratta di una terapia psicologica che utilizza il dialogo tra medico e paziente per meglio affrontare i problemi che possono emergere in ambito familiare, lavorativo, relazionale o con sé stessi.
Come succede per una medicina, la psicoterapia è efficace se viene assunta con modalità precise e costanti, adeguate alla situazione specifica.
Occorrono quindi diversi fattori:

• una forte motivazione a mettersi in discussione;
• costanza nel tempo;
• regolarità di frequenza.

Le sedute durano 50 minuti e si svolgono seguendo alcune importanti condizioni: stesso luogo, stesso giorno e stessa durata. La terapia rappresenta quindi un impegno costante per il terapeuta e per il paziente.
La conclusione della cura viene stabilita in accordo una volta raggiunti gli obiettivi preposti e una condizione di benessere soddisfacente.